Di Pietro ko dopo uno scivolone

Finora gli era sempre andata bene perché era sì inciampato, e spesso, ma solo nella sintassi. Ieri invece Antonio Di Pietro (foto a sinistra) è inciampato ancora, ma in qualcosa di meno metaforico, mentre si credeva al sicuro nelle mura casalinghe. Le conseguenze dello scivolone domestico non sono state gravi ma il leader dell’Idv ha comunque preferito rivolgersi al San Timoteo. Che nel caso non è il martire protocristiano ma l’ospedale a lui intitolato a Termoli. Diagnosi per l’ex pm: trauma distorsivo a un piede con bendatura e prognosi più che fausta. Secondo i medici a Tonino basteranno pochi giorni per guarire e smettere di zoppicare. Col piede, naturalmente, non con la grammatica.