Di Pietro minaccia: "Referendum sul lodo bis"

Il leader Idv si prepara a presentare un pacchetto di legge cui chiederà la consultazione poipolare. L'ex pm: "Dal prossimo mese di
settembre si
aprirà una vera e propria stagione referendaria"

Roma - Saranno proposti un referendum sul lodo Alfano ma anche su tanto altro: dal prossimo mese di settembre, anticipa il leader dell’Idv, Antonio Di Pietro, si aprirà una vera e propria "stagione referendaria".

"Presenteremo sette pacchetti di legge, parteciperemo l’8 luglio ad una prima manifestazione di informazione vera e libera su come vengono utilizzate strumentalmente le istituzioni da Berlusconi - dice a Napoli - e subito dopo metteremo in piedi questo grappolo di referendum su diverse questioni che vanno dal finanziamento pubblico ai partiti e ai giornali di partito, al lodo Alfano, alla legge salva Rete4. Insomma, vogliamo far sapere agli italiani che c’è un doppio Governo Berlusconi, del dire e del fare". "Un Governo che dice che dà più sicurezza, e che si assicura più impunità, che dice che da più soldi alle infrastrutture e che poi li toglie per far pagare l’Ici - aggiunge - che dice che vuole il federalismo e che diventa assistenzialista nei confronti di Alitalia piuttosto che del sindaco di Roma". "Un governo - conclude - che ha preso in giro gli italiani facendo credere loro che avrebbe fatto dei provvedimenti per l’interesse della collettività ed, invece, ha messo al primo posto provvedimenti che interessano lui e le sue società".