Di Pietro: possibile ricorso a Corte Ue

L'Italia potrebbe ricorrere alla Corte di giustizia europea contro eventuali decisioni della Commissione Ue circa la vertenza riguardante la fusione fra Autostrade e la spagnola Abertis. Lo ha detto il ministro delle Infrastrutture Antonio Di Pietro, parlando alla stampa estera. E ha aggiunto che continuerà comunque a sostenere davanti a Bruxelles la correttezza della posizione del governo: «Non mi possono impedire di fare controlli di routine perché c'è una fusione in corso», ha detto. Infine, Di Pietro ha difeso ancora una volta l'articolo 12 del decreto fiscale, ossia le nuove norme sulla concessione unica, insistendo che sulle qualità del provvedimento di aumentare la trasparenza e garantire il libero mercato: anzi, ha detto, «Abertis mi dovrebbe ringraziare, perchè così sa che cosa compra».