Di Pietro: "Senza di noi Pd condannato alla sconfitta"

Il leader dell'Italia dei valori mette in guardia Veltroni: "Mi spiace per lui che pensa a costruire due
opposizioni. Io penso a un’unica opposizione per vincere le elezioni"

Roma - "Stiamo cercando di difendere la costituzione dall’ultimo assalto di chi vuole la resa dei conti con la magistratura". Antonio Di Pietro, leader dell’Idv, ricorda che il suo partito "è una realtà presente nel Paese e che vuole un’alleanza di nuovo conio per contrastare questo governo piduista".

L’ex pm mette in guardia Walter Veltroni perché per vincere le elezioni c’è "bisogno dell’unione delle forze riformiste e del consenso che non mi sembra il Pd stia avendo per le sue politiche poco trasparenti a livello locale e per le sue indecisioni a livello nazionale".

A Di Pietro non vanno giù le parole del segretario dei democratici: "Veltroni parla di due opposizioni diverse condannandosi così alla sconfitta eterna. Io voglio fare una alleanza con il Pd e con le realtà della società civile e mi spiace per lui che pensa a costruire due opposizioni. Io - conclude - penso a un’unica opposizione per vincere le elezioni".