Di Pietro vuol fare Mani Pulite con i Ds

Antonio Di Pietro passa all’attacco sul caso Unipol ribadendo il suo «sì» all’autorizzazione per l’uso delle intercettazioni che coinvolgono i vertici Ds: «È meglio che i cittadini sappiano prima ciò che accade, non quando il disastro è fatto. Se il tuo vicino di casa con cui tutte le sere vai a mangiare la pizza ti porta via l’argenteria, aspetti che la sentenza sia passata in giudicato per chiamarlo ladro. Ma non lo inviti più a casa». Intanto per il relatore in giunta, il comunista Vacca, «nelle carte ci sono prove di reati».