Pil in discesa: solo +0,1% nel secondo trimestre

Il prodotto interno lordo è cresciuto solo dello 0,1%. Lo scorso trimestre era a +0,3%. Il calo sarebbe dovuto alla diminuzione di valore dell'agricoltura e dell'industria

Roma - Nel secondo trimestre il pil ha registrato una crescita dello 0,1% rispetto ai tre mesi precedenti (+0,3% nel trimestre precedente). Lo ha reso noto l’Istat sulla base delle stime preliminari. Su base annua nel secondo trimestre la crescita del pil rallenta all’1,8% rispetto al più 2,3% del primo trimestre. "Con questa crescita nel secondo trimestre, il Pil acquisito 2007 è dell’1,5%", sottolinea l’Istat. Dalle analisi delle tabelle diffuse emerge che la variazione congiunturale registrata nel secondo trimestre 2007 è la più bassa dal quarto trimestre del 2005 (che si era chiuso con -0,1%). La variazione tendenziale, invece, è la minore dal terzo trimestre 2006 (che si era chiuso con un +1,6%). In termini tendenziali "c’è un rallentamento", spiegano all’Istat. "Nel secondo trimestre del 2007 il prodotto interno lordo, espresso in valori concatenati con anno di riferimento 2000, corretto per gli effetti di calendario e destagionalizzato, è aumentato dello 0,1% rispetto al trimestre precedente e dell’1,8% rispetto al secondo trimestre del 2006", si legge nel comunicato diffuso dall’Istat, dove si precisa che "il risultato congiunturale del Pil è la sintesi di un aumento del valore aggiunto dei servizi e di una diminuzione di quello dell’agricoltura e dell’industria".