Alla Pinacoteca di Brera «La Cena di Emmaus» diventa un pezzo di teatro

Igor Principe

Un saggio di storia dell'arte solitamente spiega un quadro, chi lo ha dipinto, il contesto storico in cui esso è nato. Difficilmente lo racconta, riportando alla luce le passioni legate al suo autore e al suo soggetto. Ci prova, ora, il teatro. La Cena in Emmaus: racconto teatrale di un quadro è il titolo di uno spettacolo decisamente particolare, che da stasera a martedì 29 (ore 21.30, lunedì escluso) sarà in scena là dove è esposta la meravigliosa tela del Caravaggio che gli dà titolo, la Pinacoteca di Brera.
Marco Baliani, pilastro del teatro di narrazione italiano, ne è regista e autore. L'idea di fondo è semplice e suggestiva: calarsi nell'istante fissato dal pittore e farlo rivivere nel contemporaneo della dimensione teatrale. «Vorrei ritrovare l'atto creativo del dipingere come materia vivente in movimento - dice Baliani -, la composizione del quadro come un'opera per la scena in divenire, fatta di difficoltà, imprevisti, rotture, intuizioni». Con lui, altri tre attori si vestiranno i panni dei protagonisti del quadro, ispirata da quel passo del vangelo di Luca in cui Cleofa e Pietro riconoscono il Cristo nel viandante da loro invitato a cena. E che, benedicendo il pane a lui offerto, fonda il sacramento dell'eucarestia.

Annunci

Altri articoli