Pininfarina, Bollorè e Alenia «battezzano» il rilancio

da Milano

Il finanziere bretone Vincent Bolloré, azionista forte di Mediobanca nonché socio di Telecom Italia, benedice il rilancio di Pininfarina. Il numero uno dell’azienda piemontese Andrea Pininfarina conserverà un buon ricordo della giornata di ieri: il titolo ha infatti preso il volo, guadagnando il 19,28% a 9 euro, con scambi pari al 4,1% del capitale, grazie a tre importanti coincidenze.
Eccole: la disponibilità di Bolloré a investire 30 milioni nell’aumento di capitale da 100 milioni di euro programmato da Pininfarina; l’accordo siglato con Alenia per lo sviluppo degli interni del Sukhoi Superjet 100, velivolo per il trasporto regionale da 95 posti; la conferma di trattative con Fortis e altri istituti bancari allo scopo di raggiungere un accordo sul riscadenziamento del debito del gruppo. Dopo aver perso il 64% del valore da un anno a questa parte, il titolo Pininfarina sta gradualmente risalendo la china, e in un mese ha recuperato il 4,22 per cento. Significa che il piano di rilancio, presentato recentemente, sta convincendo il mercato finanziario. Oltre a Bolloré, il gruppo piemontese (è uno dei maggiori fornitori in campo automobilistico di servizi di design, engineering di prodotto e di processo, ma anche della realizzazione di veicoli di nicchia), a partecipare alla ricapitalizzazione saranno anche l’indiana Tata e altri imprenditori. I nomi circolati, in proposito, sono quelli di Alberto Bombassei (Brembo), Piero Ferrari e della famiglia Marsiaj, altro nome di rilievo nel panorama della componentistica legata all’automotive mondiale.
Bolloré è il partner di Pininfarina nel progetto dell’auto elettrica la cui commercializzazione inizierà nel 2009. Il bretone ha fin da ora anticipato di essere pronto, in caso di successo della vettura, a costruire altri stabilimenti per la produzione delle batterie. «Se tutto andrà bene - ha detto - l’auto elettrica non contribuirà all’utile del mio gruppo prima del 2017-2018».
È stato invece illustrato ieri l’accordo tra Alenia (Finmeccanica) e Pininfarina Extra che firmerà le cabine del Superjet 100, realizzato dalla Sukhoi Civil Aircraft in collaborazione con Alenia Aeronautica. L’intesa, che sarà ufficializzata a settembre, rientra nell’ambito di una partnership di lungo periodo che riguarderà anche la sperimentazione, l’aerodinamica e le animazioni tridimensionali. All’interno della cabina, design del soffitto, illuminazione con sistemi a Led in grado di variare il colore e l’intensità della luce durante le varie fasi del volo, materiali e finiture accentueranno il comfort. Con un allestimento a 5 posti per fila, i sedili saranno tra i più larghi installati sugli aerei da trasporto regionale.