Pink Team Adesso anche le donne si siedono al tavolo virtuale

Ti colleghi a www.powerpoker.it, leggi le istruzioni, ti iscrivi (devi essere maggiorenne), scarichi gratis e installi un software leggero e sicuro. Sei così pronto per partecipare a tornei di poker sportivo con migliaia di altre persone in centinaia di poker room virtuali. Puoi scegliere se giocare in modalità play for fun (moneta virtuale), oppure play for real (denaro reale) utilizzando il conto gioco Mister Toto. Ecco il servizio di scommesse sportive e ippiche gestito - come PowerPoker - da Cogetech, dove un utente può caricare denaro utilizzando le scratch card disponibili presso i riferimenti autorizzati, ricaricando le Mister Toto Card sul circuito Pos presso 8mila punti, con bonifico o vaglia, o con carta di credito sul web. PowerPoker consente di giocare anche al poker Texas Hold’em. Perché il poker? «Abbiamo introdotto questo gioco a gennaio 2009 - risponde Fabio Schiavolin, amministratore delegato di Cogetech, che è anche uno dei soci fondatori del circuito IPoker Network Italy - sull’onda della straordinaria e crescente popolarità che questo gioco sta avendo, anche grazie all’effetto trainante di film e trasmissioni televisive che lo vedono come protagonista». Oggi il poker è visto come un gioco rilassante e in grado di sviluppare determinate capacità mentali, al punto da aver acquisito un posto anche tra gli strumenti utilizzati da alcune aziende per la formazione delle risorse umane. «La sua popolarità - continua Schiavolin - si è ampliata anche tra le donne, tanto che Cogetech ha pensato di creare il Pink Team, squadra di pokeriste sportive che partecipa a tornei portando alta la bandiera di PowerPoker e di Cogetech». «Su PowerPoker - conclude Schiavolin - abbiamo investito molto. A metà maggio è prevista la partenza di un importante media plan per sostenere il lancio del brand. I volumi di raccolta registrano crescite incrementali mensili a doppia cifra che lasciano ben sperare, anche grazie alle aperture normative in previsione, per lo sviluppo futuro del comparto online».