Con Pino Insegno viaggio nel tubo catodico

Una commedia del «dietro le quinte», nascita e retroscena di uno show televisivo moderno dal sapore un po’ rétro. Un viaggio negli anni Sessanta e Settanta attraverso musiche, balletti e sketch che hanno fatto la storia della televisione di allora. Sono gli ingredienti di «Buonasera! Buonasera!», lo spettacolo di Pino Insegno che andrà in scena questa sera a Cerveteri, in piazza Santa Maria. Insieme all’attore della Premiata ditta salirà sul palco un gruppo di cantanti-attori-ballerini provenienti dall’accademia Tuttinscena, diretta dall’attore in collaborazione con il fratello Claudio Insegno. Balletti, sketch e canzoni saranno accompagnati dall’orchestra diretta da Vito Caporali e arricchiti dai virtuosismi vocali di Donatella Pandimiglio e del quartetto vocale Baraonna. Tra canzoni, stacchetti musicali di famose pubblicità, monologhi dei più grandi comici dell’epoca, divertenti sketch di Raimondo Vianello e Ugo Tognazzi, gustosi monologhi di Walter Chiari e Aldo Fabrizi, Pino Insegno e i suoi allievi regaleranno al pubblico un viaggio nel tempo attraverso il tubo catodico, per non dimenticare i personaggi che hanno caratterizzato gli anni più importanti della televisione in bianco e nero e rivivere quei momenti che ci hanno fatto sognare, cantare e ridere. «Buonasera Buonasera!» è uno show teatrale, una puntata di uno spettacolo televisivo degli anni Sessanta e Settanta, un gustosissimo minestrone. Il tutto servito da Pino Insegno. Ingresso 15 euro più prevendita.