Da Pinocchio a dr. House: come cambia il Carnevale

Anonimi guerrieri, generiche damine, cavalieri senza insegne. Le maschere comuni, quelle che venivano personalizzate dal carattere e, soprattutto, dalla fantasia di che le indossava, non vanno più di moda. Per Carnevale, quest’anno, bisogna travestirsi da personaggi famosi. A farla da padrone sono criminologi e medici del piccolo schermo, da «Dr. House» a «Bones», senza dimenticare «Grey’s Anatomy» e «Csi». Gettonatissime da «Desperate Housewives» la sensuale Gabrielle e la severa Bree. Di rigore il fai-da-te: i costumi si «arrangiano» usando camici, stetoscopi, stampelle o, magari, il completo da ufficio personalizzato con un osso nel taschino. La maschera migliore non riproduce esattamente il look del personaggio, ma ne mette in luce vizi, virtù e peculiarità. Tv, musica e gossip si incontrano nei travestimenti da Britney Spears e Paris Hilton. Diverse le atmosfere rubate al grande schermo. New entry per Craig-Bond, con il classico smoking che si fa stropicciato, maliziosamente scomposto e, se possibile, sporco di rossetto. In testa alle preferenze di grandi e piccini c’è la maschera di Jack Sparrow, il protagonista di «Pirati dei Caraibi» interpretato da Johnny Depp. A fargli da partner, a sorpresa, c’è la Maria Antonietta dell’ultimo film di Sofia Coppola. Per molte, il sogno rimane quello di vestirsi da principessa o da strega. Ma di fiabesco, spesso, c’è solo l’ispirazione. Generosi decolleté, minigonne, profondi spacchi e tacchi alti sono elementi irrinunciabili del look festaiolo. Nuove tendenze anche per i più piccoli. Il classico costume da dama, con gonne a cerchio, pizzi e decorazioni varie, non piace più alle bambine, che cercano capi eleganti, femminili e griffati. Doppio travestimento nelle proposte Barbie: si possono vestire i panni della celebre bambola, a sua volta «mascherata» con i costumi dei personaggi che interpreta in dvd e film animati. Meno romantici ma più moderni gli abiti da Winx e Bratz. I più amati e richiesti rimangono quelli delle principesse firmati Disney Store. Al primo posto, pari merito, Biancaneve, la «bella addormentata nel bosco» Aurora e Cenerentola, quest’anno anche in versione «povera» con topolino nella tasca. Ogni capo prevede la possibilità di aggiungere guanti, mantelle e manicotti, diademi, scarpine e accessori vari. Bene Belle, de «La Bella e la Bestia» e Ariel da «La Sirenetta». La vera novità è, però, la possibilità di mascherarsi da bambina con il caratteristico abito blu con grembiulino di «Alice nel Paese delle Meraviglie». Personaggi famosi anche per i maschietti che possono scegliere tra Harry Potter, Yu-Gi-Oh, Dragon Ball, e, ovviamente, Zorro. Per gli amanti dei costumi di peluche, l’alieno Stitch, la gattina Minou, Paperinik, tutti Disney, o Hamtaro, «piccoli criceti, grandi avventure». Le case si addobbano a tema, rispettando, per quanto possibile, l’ambientazione di film e fiction. Unica eccezione consentita, il cannone spara-coriandoli - e stelle filanti - da personalizzare con festoni a forma di cuore, stella, teschi, bandiere pirata o con glitter per effetti decisamente hollywoodiani.