Pioggia di euro francesi sugli Internazionali

La Bnp Paribas investirà 10 milioni in 5 anni per rilanciare il torneo di Roma

Marco Zucchetti

L’epoca dei franchi francesi è finita, trascinata via dagli euro. Gli euro che ricopriranno gli Internazionali d’Italia di tennis e che porteranno impressa l’effige della Marianna di Francia.
Dieci milioni in cinque anni, l’investimento che da Oltralpe sta per scrosciare sul torneo del Foro Italico. Dopo il tentativo di Telecom, per far compiere agli Internazionali il salto di qualità servivano i francesi. Era necessario l’oneroso ingresso in scena di un grande sponsor come la banca Bnp Paribas, che patrocina anche il Roland Garros, la Coppa Davis e la Fed Cup. Tramite la Bnl di Luigi Abete, infatti, è stato ieri firmato l’accordo quinquennale - dal 2007 al 2011 -, alla presenza del sottosegretario allo sport Giovanni Lolli e al presidente della Federtennis mondiale Francesco Ricci Bitti.
Per ritrovare i fasti del passato, anche se l’ultima edizione ha visto la splendida e nobile finale tra il vincitore Rafael Nadal e Roger Federer, sarà comunque necessario un nuovo Centrale, che vedrà la luce prima del 2009.
Grande soddisfazione del presidente della Fit Angelo Binaghi, secondo cui Roma «ora può tornare ad essere il primo torneo al mondo dopo il Grande Slam». In un momento di grande rilancio del tennis italiano, i milioni di euro, siano anche francesi, sono ben accetti. Con buona pace di Zidane e Materazzi.