La pioggia ferma il primo ciak del film tutto genovese di Soldini

Chissà se il detto «sposa bagnata sposa fortunata» vale anche per il cinema. Sicuramente lo sperano Margherita Buy e Antonio Albanese, gli attori che proprio oggi dovevano iniziare qui a Genova le riprese del primo loro film insieme.
La giornataccia di ieri, invece, e le previsioni del tempo per la giornata di oggi, hanno fatto sì che ilprimo ciak della pellicola firmatya da Silvio Soldini, l’autore di «Peane e tulipani» e «Agata e la tempesta», venisse rinviato a data da definire. L’unico a starne bene sarà il traffico. Per oggi, infatti, era stata prevista la chiusura di via Roma per ben dieci ore, dalle 6 alle 16, con conseguente disagio per gli autobus che avrebbero dovuto subire modifiche del percorso.
Tutto rimandato, quindi. Ma vediamo cos’è questo nuovo film di Soldini, per il quale sono previste ben otto settimane di riprese che saranno effettuate tutte a Genova e che oltre alla coppia Buy-Albanese prevede la partecipazione di Giuseppe Battiston e Alba Rohrwacher.
Il film, scritto insieme a Doriana Leondeff, Francesco Piccolo e Federica Pontremoli, è la storia di Elsa e Michele, una coppia colta e benestante. Hanno una figlia ventenne, Alice, e una serenityà che ha permesso a Elsa di lasciare il lavoro e coronare un antico sogno: laurearsi in storia dell’arte. Ma è subito dopo questo evento che la loro vita cambia. Michele confessa di non lavorare da due mesi e di essere stato estromesso dalla società da lui stesso creata. E non è tutto: la casa in cui abitano è in vendita, i soldi in banca sempre meno. Per Elsa è un fulmine. Ma superato lo shock, è lei a fronteggiare la crisi con maggiore energia, mentre Michele, sfiancato da un’infruttuosa ricerca di lavoro, si lascia andare alternando slanci e apatia. La distanza tra loro cresce fino a portarli a una rottura. Solo a questo punto, nel momento dell’assenza, capiranno che rischiano di perdere la loro più preziosa riucchezza: l’amore che li unisce. Il futuro per Elsa e Michele sarà nuovo e sconosciuto, ma magari anche migliore.
Aspettando, nel frattempo, il ritorno del sole.