Pioggia di multe ai cantieri lumaca o mal eseguiti

Oltre 274mila euro di multe in tutto il 2005. Prosegue l'attività di controllo svolta sul territorio cittadino da parte del Settore Manutenzione Strade, per verificare il corretto andamento dei lavori nei cantieri. L’anno scorso, riferisce il vicesindaco e assessore ai Lavori pubblici, Riccardo De Corato, «sono state comminate 181 penali per un totale di circa 274mila e 190 euro».
Si tratta, spiega il vicesindaco, «di un’attività importante che permette di contrastare il fenomeno dei cantieri fantasma e di verificare il rispetto delle regole comunali sulla comunicazione dell'attività cantieristica». Il servizio è stato costituito nel febbraio del 2002, all’interno dell’Ufficio monitoraggio e controlli del settore comunale di manutenzione strade, per garantire il rispetto delle regole sulla comunicazione dell’attività cantieristica che le aziende fanno settimanalmente inviando al Comune informazioni che riguardano l’apertura dei cantieri, e che vengono poi raccolte in una banca dati consultabile liberamente dai cittadini sul sito di Palazzo Marino (www.comune.milano.it).
«Se in tutto il 2004 - commenta De Corato - sono state comminate 144 penali per un importo di circa 198mila euro, i dati del 2005 dimostrano come il Comune sia attento a garantire il rispetto delle norme nei cantieri attraverso un'attività costante di monitoraggio dei lavori, per garantire così il pieno rispetto dei tempi di realizzazione, la trasparenza delle informazioni e la sicurezza dei cittadini». Più del 60% delle sanzioni riguardano lavori che sono stati eseguiti oltre il termine stabilito, e per questa violazione è prevista una multa di 70 euro al giorno per i primi 3 giorni, che diventano 140 euro al giorno per i giorni seguenti, fino ad un massimo di 1.200 euro. Circa il 40% delle irregolarità è relativo invece a lavori eseguiti in difformità dalle prescrizioni, e in questo caso la penale va da mille a tremila euro.