Una pioggia di realizzi

Una seduta dominata dai realizzi su gran parte dei mercati delle materie prime. La paura di un nuovo rialzo dei tassi di interesse negli Stati Uniti ha spinto i fondi speculativi ad alleggerire le posizioni. Ne ha fatto subito le spese l'oro scivolato a 627 dollari l'oncia. Medesimo copione tra i metalli di base, il rame ha ripiegato a 7.500 dollari per tonnellata. Severi ribassi per zinco e stagno. Vendite anche sul greggio tornato sotto quota 72 dollari al barile.