Pioggia di vendite sui preziosi

Forti prese di beneficio sul comparto dei metalli preziosi dopo i recenti massimi. L'oro ha lasciato sul terreno 14 dollari con il fixing a 522,50 dollari l'oncia. L'argento è tornato sotto quota 9 dollari, sacrificando oltre il 5%. Tra i metalli di base, i prezzi a tre mesi del rame hanno ceduto a quota 4.429 dollari per tonnellata, con minimi sotto quota 4.400. Petrolio in area 61 dollari al barile sostenuto dalle previsioni che vedono la domanda di greggio in salita del 2% nel 2006.