Piombo, per le batterie prezzi senza freni

La settimana si chiude con l'ennesimo massimo storico del piombo, i cui prezzi a tre mesi sono volati fino a 3.720 dollari per tonnellata. La spinta è assicurata dalle strozzature dal lato dell'offerta, a fronte di un crescente utilizzo del metallo nella fabbricazione delle batterie. Rame a ridosso degli 8.300 dollari, area di massimo dei cinque mesi. Tra i preziosi, il contratto future dell'oro si è mantenuto sopra quota 745 dollari l'oncia, grazie ai segnali di debolezza della valuta Usa. Realizzi sui cereali, su cui pesa la decisione della Ue di eliminare la messa a riposo dei terreni.