Piombo e greggio toccano i massimi

La settimana si chiude con un nuovo spunto dei prezzi a tre mesi del piombo. Le quotazioni hanno segnato il nuovo primato storico a 2.220 dollari per tonnellata. Dopo che la Cina ha imposto una tassa sull’export di piombo, il mercato teme strozzature dal lato dell’offerta. Rimbalzi tecnici per rame e nickel. Future del petrolio Brent a ridosso dei massimi dei 9 mesi, nell’area di 70 dollari al barile. La spinta arriva dalle tensioni geopolitiche in Nigeria e Iran. Oro in discesa a 655 dollari l’oncia. Si tratta del livello minimo degli ultimi due mesi.