Piombo sbarca in via «Montenapo»

da Milano

È nel cuore del quadrilatero d’oro della moda milanese. E non poteva essere che lì. Parliamo del nuovo negozio Piombo a Palazzo Gavazzi in via Montenapoleone. Lo spazio di 220 metri quadri è affacciato sul cortile interno, rispettando quel concetto di riservatezza alla base della filosofia del marchio. Una filosofia che parte da lontano.
Nell’89 Massimo Piombo parte per la Scozia con una valigia di vecchi campioni ereditati dal nonno napoletano, imprenditore-artigiano di stoffe. Da lì inizia la ricerca delle fabbriche che le avevano prodotte in origine. «Ridare al vestito la sua poesia e insieme la sua praticità - spiega Piombo - Dimenticare gli anni ’80 per ripartire dai ’60. Costruire un ideale ponte di stoffa, fra quel periodo e oggi». In questo particolarissimo «contenitore» trovano la loro sede tutte le creazioni del marchio: i tessuti in cachemire creati in esclusiva su antichi telai di legno in Scozia, il su misura maschile, le celebri smoking jacket, oltre agli accessori in pelle e in seta francese - altra esclusiva di Piombo-.
Sarà presente anche uno spazio dedicato alla donna per la produzione di giacche su misura con tessuti fatti a mano. Chi entra per trovare un abito adeguato potrà gustare uno straordinario vino francese o un cioccolato introvabile, o godere di esclusivi consigli di botanica dal famoso garden advisor Paolo Perone, amico personale di Piombo. Questo concept store è solo l’inizio di un progetto che prevede altre aperture in Europa e nel mondo, con la stessa filosofia.