Pirata ammazzò due giovani: è omicidio volontario

La procura di Roma ha chiesto e ottenuto di processare per omicidio volontario con dolo eventuale Stefano Lucidi. È il pirata della strada che il 22 maggio scorso investì ed uccise la coppia di fidanzati Alessio Giuliani e Flaminia Giordani in via Nomentana. Il processo si terrà con il rito del giudizio immediato il 23 ottobre prossimo davanti ai giudici della terza corte di assise di Roma, presieduta da Angelo Gargani. Il pm Carlo La Speranza ha ottenuto il rinvio a giudizio per il 33enne, ora detenuto nel carcere di Regina Coeli con l’accusa di omicidio colposo aggravato dalla previsione dell’evento, omissione di soccorso, guida senza patente, eccesso di velocità e passaggio col rosso. Il difensore di Lucidi, l’avvocato Basilio Fiore, potrebbe comunque chiedere che il suo assistito sia giudicato con rito abbreviato. In questo caso la questione sarebbe esaminata dal gup. Il Comune di Roma sta valutando se costituirsi parte civile nel processo.