La pirata della strada non era assicurata

È stata investita e uccisa davanti a un ristorante a San Benedetto del Tronto (Ascoli Piceno), sotto gli occhi del papà. E ora, dopo la morte della piccola Lucrezia, di nemmeno 3 anni, si profilano anche problemi per il risarcimento. La donna che l’ha travolta, una 39enne sambenedettese, circolava infatti con l’assicurazione scaduta già da alcune settimane. Non solo. La Golf su cui viaggiava non era la sua: l’auto sarebbe infatti intestata al suo compagno, un cittadino extracomunitario. La donna, già nota alle forze dell’ordine per reati legati alla prostituzione, è accusata di omicidio colposo. Al vaglio anche l’ipotesi di omissione di soccorso. Ai carabinieri ha ribadito di non essersi accorta di nulla. Solo dopo aver visto la gente correre dietro la sua auto si sarebbe fermata, allontanandosi a piedi in preda allo spavento.