«Pirati dei Caraibi» terzo e ultimo atto

La novità più significativa è l'apparizione di Keith Richards, storico chitarrista dei Rolling Stones, al suo esordio cinematografico nel ruolo di Teague Sparrow, padre di Jack. Secondo blockbuster del mese che apre una ricca estate di kolossal, Pirati dei Caraibi: ai confini del mondo, ultimo della trilogia, è come gli altri due prodotto da Jerry Bruckheimer, diretto da Gore Verbinski e basato su una sceneggiatura di Ted Elliott&Terry Rossio. Girato a Singapore, negli studi nello Utah, alle Bahamas, nella California del Sud e alla cascate del Niagara, questo terzo tassello presenta varie novità tra cui la trasformazione del mitico look da pirata-rock del Capitano Sparrow con un nuovo touch orientaleggiante. Neil Jordan ritorna sul tema della questione irlandese mescolata al problema dell'identità sessuale con Breakfast on Pluto interpretato, tra gli altri, da Liam Neeson e Stephen Rea. Il film ambientato nella swinging London dei primi anni '70 racconta la storia di Patrick Brady, un ragazzino irlandese, nato da una relazione clandestina tra un sacerdote e una cameriera, venduto ad una cinica vedova, in cambio di un sostanzioso vitalizio. Ancora una storia di un giovane adolescente con Daratt, premio speciale della Giuria a Venezia 2006, diretto da Mahamat-Saleh Haroun che porta sullo schermo le vicende di Atim, un ragazzo di sedici anni che riceve dal nonno l'incarico di uccidere un uomo, Nassara, l'assassino di suo padre, criminale di guerra che ha usufruito dell'indulto dopo la fine delle ostilità. Da non perdere La città proibita, il colossal imperiale di Zhang Yimou che mette al centro una saga familiare che si sviluppa in mille intrighi e spazia su set enormi, colori forti, e attori che non soggetti alle leggi di gravità. Ambientato mille anni fa, durante la dinastia Tang, una delle più illustri della storia della Cina, destinata ad autodistruggersi a causa di lotte interne: tradimenti, incesti, infedeltà e omicidi, il film è illuminato dalle coreografie il cui effetto moltiplicatore dà vita virtuale ad un numero impressionante di personaggi. In arrivo anche In The History Boys diretto da Nicholas Hytner basato sulla commedia di Broadway, vincitrice di sei Tony Award, storia di un gruppo di brillanti studenti, di una piccola public school dell'Inghilterra settentrionale, che sebbene distratti dal sesso, dagli sport e dal caos, sognano di essere ammessi in una delle due università più celebri e prestigiose del loro paese.