Pirati della strada: ora i vigili fanno i «Ris»

(...) invariato il conto finanziario: dalle multe (di vario tipo) il Comune ha incassato poco meno di 16 milioni di euro. Nell’obiettivo del nuovo «gruppo di equità fiscale», formato da una decina di persone, sono finite le dichiarazioni Isee e una su tre di quelle esaminate è risultata falsa. Un dato che ha preoccupato l’assessore alla Polizia Municipale, Francesco Scidone, e che provoca alle casse del Comune un danno ingente. «Basti pensare che tali dichiarazioni servono per salire in graduatoria per ottenere posti negli asili, per avere sconti nella mensa e buoni pasto di vario genere», ha detto Scidone. Controlli sulle dichiarazioni Isee verranno dunque fatti anche nei prossimi mesi, con ricerche a campione e su segnalazione. «Su questo ci ripromettiamo di fare cassa - ha annunciato il comandante -, anche perché la normativa prevede che tutto quello che riusciamo a recuperare vada nelle casse comunali. E su 207 dichiarazioni controllate in ben 74 casi sono emersi dati patrimoniali non coerenti con la dichiarazione dei redditi». Il Comune conta di recuperare così un milione di euro. «Anche se solo sulla carta perché in questo momento difficile per tutti se chi deve pagare una multa si trova a dover scegliere tra pagare la multa e comprare un paio di scarpe al figlio, la scelta è ovvia», dice il comandante.
Meno personale. «Per la prima volta da quattro anni le uscite sono state superiori alle entrate», ha detto Mangiardi riferendosi al personale. Sessanta agenti sono andati in pensione e solo due sono stati assunti. Per la loro opera durante l’alluvione il Comune chiederà una benemerenza al valore civile al presidente della Repubblica.
Meno incidenti, stessi morti. Il calo del 10 per cento di incidenti stradali registrato tra il 2010 e il 2011 non fa diminuire le vittime, due sulla Soprelevata. «Devono essere le ultime - ha detto il comandante - grazie al Tutor speriamo che i cittadini assumano la buona abitudine di andare sempre piano e non solo quando vedono i controlli».
Pedoni e disabili tutelati. Sono stati 690 i verbali per omessa precedenza ai pedoni (469 nel 2010). «Accettati malissimo - ha detto Mangiardi - e questo fa parte dell’essere umano che non ama che gli si faccia notare che ha sbagliato». Ma il dato più importante è che da adesso i vigili urbani possono intervenire contro chi occupa posteggi per disabili dentro i silos dei centri commerciali. Prima infatti la polizia municipale poteva sanzionare solo gli illeciti che avvenivano per strada e c’erano molti che conoscevano bene la legge e se ne approfittavano rubando posti a chi ne aveva diritto. Il colmo? Quelli che posteggiavano nei posti riservati ai disabili al centro commerciale della Fiumara per andare ad allenarsi in palestra. Un malcostume grave che adesso sarà sanzionato.
Affitti e abusi. Proseguono i controlli nel centro storico su interi immobili. Su delega della magistratura i vigili interverranno nella zona di Pré, a San Bernardo, alla Maddalena alla ricerca dei proprietari che affittano tuguri a peso d’oro in nero a persone extracomunitarie.
Pirati della strada e furbetti. Gli agenti di polizia municipale come i Ris? Quasi. Una sezione specializzata dei vigili si doterà di strumentazioni che consentono avendo un frammento di vernice, di risalire alla marca, al modello e all’anno di fabbricazione di un’auto coinvolta in un incidente. Ma non basta: sono in arrivo nuovi computer palmari per verificare in tempo reale se il contrassegno dell’assicurazione è stato falsificato, esaminandolo anche attraverso il vetro.
Servizi antivandali. La zona presa di mira in questo momento è la Foce dove ci sono periodiche scorribande notturne. Anche in questo caso sarà creata una squadra di pattugliamento notturno, per contrastare questo fenomeno. Allo stesso modo il comandante sta per preparare un’ordinanza per ridurre anche drasticamente l’orario di apertura di alcuni locali a Sampierdarena risultati eccessivamente molesti per i residenti.