Pirelli fuori dal rame

Come promesso Pirelli fa pulizia nelle sue partecipazioni non strategiche. Dopo Capitalia, il boccone più grosso, e Inter, quello più amaro, la Bicocca chiude gli storici legami anche con il rame della Gim, una volta della famiglia Orlando. Ieri infatti è stata annunciata quella che di fatto è una vendita a termine del 7% circa del capitale Gim. Introito previsto più di 13 milioni. La fusione con il nuovo azionista Intek ha sciolto da ogni vincolo i soci del patto sincacato. In via di cessione anche la quota Kme, per un valore vicino ai 3 milioni.