Pirelli guarda a un socio russo per Telecom

Il gruppo Sistema del miliardario Evtushenkov interessato a una quota di Olimpia. La Bicocca: «Nessuna intesa ma molti contatti»

da Milano

L’ultima sirena per Pirelli e Telecom è russa e si chiama Afk Sistema. Ma questa volta sembra la sirena buona. O, almeno, una sirena vera. In altri termini i russi di Sistema sarebbero davvero interessati a fare il loro ingresso nel capitale di Telecom, a differenza di altre candidature più sbandierate ai quattro venti (i fondi Blackstone, gli indiani di Hinduja) che realmente avanzate. Più precisamente il capitale sarebbe quello di Olimpia, la holding che del gruppo di tlc guidato da Guido Rossi detiene il 18% del capitale e che ne rappresenta il primo azionista. È di Olimpia che il suo principale azionista, la Pirelli di Marco Tronchetti Provera, è disponibile a cedere parte del suo 80 per cento.
Quanto? Una quota che non metta in discussione il controllo esercitato congiuntamente con l’altro socio di Olimpia, i Benetton, che hanno il 20%. Quindi, sulla carta, Tronchetti può arrivare a vendere fino al 49% di Olimpia. Una quota che, ai prezzi di mercato delle azioni Telecom al netto del debito, vale intorno a 1,4 miliardi. Anche se, chi la compra, deve essere disposto a riconoscere un premio di maggioranza. Il che porta a 2 miliardi, che corrisponde al valore unitario di carico per Olimpia (3 euro) dei titoli Telecom.
Va da sé che le indiscrezioni sull’interesse di Sistema hanno giovato, ieri, alle quotazioni sia di Pirelli (più 1,7% a 0,816 euro), sia di Telecom (più 1,5% a 2,38 euro), la prima galvanizzata dal riconoscimento di un premio di maggioranza per il suo asset, la seconda dall’interesse dei russi.
Sistema è «davvero interessata a Telecom Italia, ma per ora non ci siamo messi d’accordo su niente», ha dichiarato il presidente Aleksandr Goncharuk. L’idea sarebbe quella di incaricare presto una banca d’affari e magari puntare a chiudere l’intesa per il vertice Prodi-Putin del 14 marzo. Pirelli ha emesso una nota precisando che «al momento non sussistono né intese né accordi di alcun tipo, neppure di natura preliminare», ma resta la disponibilità a valutare offerte per Olimpia. Non sono state fatte intese, ma la disponibilità manifestata da Tronchetti «ha determinato diversi contatti con soggetti interessati».
Sistema è controllata da Vladimir Evtushenkov, cinquantenne stabilmente presente nella top ten dei russi miliardari in euro. Il suo è un conglomerato con interessi in tlc, banche, assicurazioni, immobiliare, media ed altro. Sistema si era già attivata alla fine dello scorso anno per sondare l’acquisto di un consistente pacchetto della compagnia tedesca di tlc di Deutsche Telekom.