Pirelli perde terreno

Piazza Affari chiude una giornata decisamente negativa con l’indice Mibtel che ha segnato un calo dell’1% a 25646 punti e lo S&P/Mib che ha ceduto l’1,17% a 33501 punti. Ribasso dello 0,96% anche per l’All Stars che ha terminato gli scambi a 16436 punti. Dopo i massimi ritoccati più volte nei giorni scorsi, sul mercato sono dunque arrivate le prese di beneficio. Giornata di sofferenza per Rcs che dopo aver perso il 6,3% mercoledì è scivolato ieri di un altro 4,7%. Male anche Mediobanca (meno 2,93%), con riflessi su Generali (meno 1,35%). La Borsa non ha dimostrato molto apprezzamento per il piano industriale di Fiat, in calo del 2,8%. In ribasso anche le holding Ifi (meno 1,82%) e Ifil (meno 2,13%). Le intercettazioni telefoniche tra Emilio Gnutti e Stefano Ricucci, secondo qualche operatore, hanno pesato sull’andamento della scuderia di Tronchetti Provera. Pirelli è scesa del 2,73%, Camfin dell’1,94%, Telecom Italia dell’1,72%. Nelle tlc sono andate male anche Fastweb (meno 2,98%) e Tiscali (meno 1,59). Seduta in controtendenza per Marzotto (più 3,64%), molto bene I Grandi Viaggi (più 7,64%). Giù Eni (meno 1,26%) che rifiata dopo i massimi storici di mercoledì.