Pirelli in retromarcia

Piazza Affari ha concluso la settimana con performance migliori rispetto alle altre Borse europee, nonostante un consolidamento dei prezzi specie nel comparto del credito. Fermi, per ora, i titoli coinvolti nel risiko bancario; anche il gruppetto di azioni che fanno capo a Mediobanca (meno 0,8%) ha ridotto le oscillazioni; stesso trend per Fonsai e Toro, entrambe in calo dello 0,8%, mentre è riemersa Milano assicurazioni, in crescita del 3,5%. Pausa anche per Unicredit (meno 1,3%), il doppio della correzione della futura partner Hypovereinsbank (meno 0,8%). Tengono i titoli energetici, sostenuti dai prezzi del greggio, mentre tra le utilities richieste Asm Brescia (più 1,2%). Situazione variegata nel gruppo Pirelli, con la holding in calo dell’1,7%, mentre recuperano le società operative Tim e Telecom; bene anche Camfin (più 1,6%). Nessuna reazione ai passaggi azionari «interni» di Vittoria assicurazioni, mentre in ripresa Fiat che corregge i minimi dei giorni scorsi. La chiusura di settimana ha visto gli indici crescere in media dello 0,3%, confermando la performance dell’anno in oltre il 4%. Scambi sempre consistenti e superiori a 5 miliardi di euro.