Pirelli risale all’1,3% usando un derivato

Telecom Italia

Pirelli torna all’1,36% del capitale di Telecom Italia. Ieri, secondo quanto comunicato alla Sec (l’equivalente americano della Consob) la Bicocca ha infatti incamerato altri 135 milioni di azioni Telecom per un esborso di 312 milioni. L’operazione è stata realizzata da una controllata americana grazie a un contratto derivato sottoscritto con Caboto (gruppo Banca Intesa). Più in dettaglio si tratta di un «pronto contro termine» che ha permesso a Pirelli di rientrare in possesso di un pacchetto prossimo all’1% del gruppo telefonico equivalente a quello ceduto lo scorso aprile (320 milioni l’incasso). In sostanza un piccolo ritocco nel capitale di Telecom che questa estate è stata a lungo al centro di indiscrezioni su un più ampio riassetto nella catena di controllo basata sulla cassaforte Olimpia. Grande attesa poi anche sul passo strategico che potrebbe portare il presidente Marco Tronchetti Provera a siglare un accordo sui contenuti con Rupert Murdoch.