Con Pirelli sicurezza e alte prestazioni

Ferrari, Lamborghini ma anche Bentley e Aston Martin. In vetrina la gamma per auto di prestigio

Gigi Pavesi

da Ginevra

Al Salone di Ginevra, che oggi chiude i battenti, insieme alle case automobilistiche e ai carrozzieri, a rappresentare l’Italia c’è anche Pirelli con i suoi pneumatici. Tra le «prime» mondiali gommate Pirelli, ci sono Ferrari 599 GTB, Lamborghini New Murcielago, Alfa Romeo 159 Sportwagon e Spider, Volvo S80 e Peugeot 207 con gli pneumatici ad altissime prestazioni. Ma a Ginevra, Pirelli è anche presente su Jaguar, Audi, Mercedes-Benz, Bmw e Volvo con i suoi P6 e P7.
Sul fronte delle concept car, la casa guidata da Francesco Gori equipaggia Aston Martin Rapide, futura Gt del marchio inglese, Lamborghini Miura, Isotta Fraschini, e il fuoristrada «Oltre Fiat» basato sul nuovo «off-road» militare di Iveco. Il sistema X-Pressure Optic per il controllo attivo della pressione è montato su Fiat Panda MultiEco e Ferrari F430 Challenge. «La presenza sui principali modelli dei marchi più prestigiosi al mondo con i prodotti ad alte prestazioni della linea PZero, Run Flat e Scorpion per i Suv - precisa una nota della casa guidata da Francesco Gori - è un’ulteriore conferma del trend di crescita positivo della società nel settore del primo equipaggiamento e del ricambio in Europa e negli Stati Uniti, nonché della sua strategia di posizionamento nei segmenti più alti del mercato».
Proseguono infatti le partnership con i grandi costruttori automobilistici con cui Pirelli lavora da sempre a stretto contatto nello sviluppo tecnologico dei suoi prodotti sia a livello europeo - con i marchi Ferrari, Bentley, Maserati, Aston Martin, Lamborghini, Porsche, Bmw, Peugeot, Fiat, DaimlerChrysler - che americano, grazie a Ford, Cadillac, Dodge e Chevrolet. A conferma della crescita di Pirelli nel settore del primo equipaggiamento negli Stati Uniti, c’è la forte presenza dei prodotti ad altissime prestazioni della gamma PZero e Run Flat Eufori@ sui modelli dei principali gruppi americani ai recenti Saloni di Detroit e Los Angeles.
L’andamento positivo della società è inoltre confermato dai risultati dei primi 9 mesi che hanno registrato un aumento delle vendite del 9,8% (più 7% su base omogenea rispetto al 30 settembre 2004) e un risultato operativo in crescita del 25% con un Ros pari al 10 per cento.