Pirelli «tiene» il fatturato ma materie prime e svalutazioni mandano i conti in rosso

A soffrire di più sono pneumatici e immobiliare. Per Pirelli Tyre il risultato netto del terzo trimestre è sceso a 6,6 milioni di euro (-84%) soffrendo per la forte crescita dei prezzi delle materie prime che hanno raggiunto i massimi dell’anno proprio tra giugno e settembre prima di iniziare un trend di rapida discesa. Pirelli Re (perdite nette per 12,9 milioni nei nove mesi) ha scontato la riduzione dei prezzi, il rallentamento delle transazioni e le difficoltà di accesso al credito.