«Al Pirellone fa troppo caldo Una task force per i controlli»

«Al palazzo del Consiglio Regionale di via Filzi 29 si muore di caldo. Se al primo piano si raggiungono i 25 gradi, al quinto piano i gradi sono 30. Come sembrano lontani i giorni in cui le prime pagine dei giornali erano piene di allarmi sull'approvvigionamento energetico e in cui si davano lezioni sui comportamenti virtuosi che i cittadini avrebbero dovuto tenere: copritevi bene con un bel maglione, come faccio io, suggeriva Formigoni; tenete il riscaldamento a 20 gradi, imponeva il governo Berlusconi». Lo affermano i consiglieri regionali dei Verdi, Carlo Monguzzi e Marcello Saponaro, in un comunicato. «Oltre a fare poco o nulla per risolvere veramente i problemi energetici attraverso politiche, serie e strutturali, di risparmio e di promozione delle fonti energetiche pulite, la Cdl in Regione Lombardia si permette anche di ignorare i divieti e le lezioncine che loro stessi hanno impartito ai cittadini lombardi, costretti, loro sì, a tenere il riscaldamento a 20 gradi. Chiediamo quindi l'intervento della Task Force deputata a vigilare sull'osservanza del decreto governativo di contenimento del riscaldamento».