Il Pirellone frena sul coprifuoco: «Serve solo per l’emergenza»

La Regione frena le ordinanze comunali sulla sicurezza. Dopo le critiche dei commercianti, Palazzo Marino deve incassare i rilievi del Pirellone, con l’assessore al Turismo e Commercio, Stefano Maullu. Non è polemico l’assessore, ma il suo giudizio è molto chiaro: «Le ordinanze - dice Maullu - sono uno strumento d’emergenza, e devono essere usate per un tempo breve e per situazioni circoscritte».
La Regione prepara due bandi per incentivare le attività e i distretti commerciali, e ciò che preme all’assessore è la difesa della vocazione commerciale delle zone cittadine sottoposte al cosiddetto coprifuoco - si tratta di via Padova, Chinatown e più di recente anche del Corvetto: «Non si può bollare una zona con una nomea negativa, che poi le resta attaccata per chissà quanto tempo - dice - dobbiamo fare uno sforzo comune e andare oltre le ordinanze, mettendo da parte un approccio solo repressivo».