Pirlo magico Gattuso unico

MILAN
7 DIDA. Raccoglie un colpo di testa del temutissimo Zigic poi guarda la partita grazie a Simic e Costacurta.
6,5 CAFU. Scende sulla destra e crea il panico, mette in mezzo le palle più affascinanti della partita, sembra un altro rispetto a quello lasciato in Germania.
6,5 SIMIC. Scaraventato in mezzo per mancanza di personale scelto, gioca una partita dignitosa e molto attenta.
6,5 COSTACURTA. S’incarta dopo un minuto dal fischio d’inizio, s’arrabbia e poi mette giù il classico repertorio del difensore italiano, compreso un colpo di tacco per liberarsi di Milovanovic che voleva assalirlo.
6 SERGINHO. Meno ala di Cafù, ma assolutamente irreprensibile sulla fascia di competenza.
7 GATTUSO. Gioca con una carica nervosa da esordiente che deve guadagnarsi il posto in squadra, resta unico.
7 PIRLO. La mente della nazionale azzurra rinfresca le magie tedesche, un paio di punizioni apparentemente innocue diventano velenosi messaggi e su angolo dalla destra prima Simic e poi Inzaghi mancano il colpo del ko.
6,5 SEEDORF. Nel finale paga più degli altri, ma ogni palla a lui è sempre messa in banca.
6 KAKÀ. Non è stata la sua notte, eppure un paio di accelerazioni sono state fra gli eventi più applauditi da un pubblico che fremeva per ricordargli tutto il suo amore.
7 INZAGHI. Il gol che serviva, sempre assatanato.
6 GILARDINO. Arriva tardi su un centro di Cafu nel primo tempo, sbaglia una palla gol nel secondo. Poi un bel colpo di testa su cross di Cafu che non ha fortuna, ma rimane vivo dentro l’area e ha il merito di avviare l’azione del vantaggio di Inzaghi.
ALL. ANCELOTTI 7. Capisce la situazione e stravince.
STELLA ROSSA
6,5 Randelovic, Pantic 6, Bisevac 6, Gay 4, Perovic 6, Basta 6,5, Kovacevic 5,5, Milovanovic 5,5, Georgiev 7, Jankovic 6, Zigic 5. ALL.: Bajevic 6.
ARBITRO: WEGEREEF 6.