Piromani in azione 5 vetture bruciate

Piromani ancora in azione. Auto e scooter bruciati, l’altra notte, a Tor Pignattara prima, a Casal Bruciato poi. E proprio da quest’ultima zona, a ridosso della Tiburtina, l’estate del 2004 aveva preso il via l’inferno di fuoco romano: trecento veicoli dati alle fiamme da mani incendiarie nel giro di appena tre mesi. Da allora, il fenomeno non s’è più fermato. Alle 3.15 il primo allarme scatta non molto distante da Porta Maggiore. In via Muzio Attendolo prendono fuoco una Fiat Marea, una Jeep, una Smart e una Lancia Y. Nel rogo vanno completamente distrutti anche tre scooter e due motociclette. La facciata di un’abitazione al primo piano al civico 31 viene è annerita dal fumo. «Abbiamo sentito un’esplosione dopo l’altra - raccontano ancora sotto choc i residenti - pensavamo a un attentato». I pompieri non fanno in tempo a spegnere le fiamme, che un secondo Sos alle 3.20 parte da largo Antonio Beltramelli, dove una Peugeot 206 e un altro scooter vengono ridotti in un ammasso di lamiere roventi in un batter d’occhio. Sui due nuovi casi indaga la polizia.