Piroso arbitro tra Guerritore e Ramazzotti

Il secondo appuntamento del ciclo «Donne allo Specchio» si è svolto ieri pomeriggio, a Palazzo Reale, a margine della mostra organizzata da Eni in collaborazione con il Museo del Louvre dal titolo «Tiziano. Donna allo Specchio». L’esposizione, allestita nella Sala Alessi di Palazzo Marino, presenta fino al 6 gennaio il capolavoro di Tiziano proveniente dal grande museo parigino.
Con la consueta formula, il giornalista e anchorman Antonello Piroso ha dialogato con le attrici Monica Guerritore e Micaela Ramazzotti sull’universo femminile nell’arte, prendendo spunto proprio dal capolavoro-icona del pittore veneto. Dopo l’incontro della scorsa settimana con Miriam Mafai e Giulia Carcasi intorno alla scrittura e alla condizione femminile, ieri è stata la volta del cinema e del teatro. La conversazione ha preso avvio dal simbolo dello specchio, inteso come invito all’introspezione, per intrecciare rimandi al quadro e spunti di cronaca da commentare. Le domande del giornalista hanno così stimolato chiavi di interpretazione dell’essere donna nell’intrigante gioco tra passato e presente: la storica dama del Tiziano e le contemporanee Monica Guerritore e Micaela Ramazzotti, attraverso le loro esperienze di donne, sia sotto la lente della vita privata, sia in una prospettiva pubblica.