Da Pirovano alla Cortese teatro in scena a Valle Christi

Il festival nel complesso monumentale di Rapallo prende il via mercoledì con Lo Monaco per finire il 5 agosto con Haber

Teatro, prosa, musica e grandi storie in lingua genovese tornano protagonisti della quinta edizione del Festival Internazionale nel monastero di Valle Christi. L'appuntamento è dal 18 luglio al 14 agosto nel complesso monumentale di via San Massimo 1 a Rapallo. Il programma ricco ed eterogeneo per la tipologia degli spettacoli e degli interpreti, propone nove serate e vede tra gli ospiti di quest'anno anche Sebastiano Lo Monaco, Elisabetta Pozzi, Valentina Cortese, la Compagnia dei Teatri Possibili, Mauro Pirovano e Alessandro Haber.
«Il Festival nato nel 2003 dalla collaborazione tra il Master in Architettura per lo Spettacoloe il Goldsmiths College, London University, ha ottenuto negli anni un grande successo di pubblico, tanto da diventare un appuntamento immancabile nella calendarizzazione dell'estate rivierasca ligure - spiega Kiara Pipino, direttore artistico del Festival e presidente dell'Associazione Culturale Valle Christi Onlus -.Un appuntamento annuale che nel rispetto delle programmazioni altrui, non crea squilibrio alla ricca programmazione degli spettacoli in Liguria, soprattutto nel levante».
Si comincia mercoledì alle 21.30 con Sebastiano Lo Monaco che porta in scena il monologo «Iliade. Da Omero a Omero» di Monica Centanni e le musiche di Dario Arcidiacono. L'attore siciliano torna così in Liguria e affronta il testo cardine della cultura classica nell'esaltazione delle gesta degli eroi greci e troiani.
Il 22 luglio, il teatro classico si firma «Ecuba» di Euripide. La tragedia - tradotta da Umberto Albini e Vico Faggi - vede come protagonisti Mariella Lo Giudice e Aldo Vinci, Dario Manera, Mario Marchi, Carla Viazzi e Gaia Zoppi. L'incasso della serata - precisano gli organizzatori - sarà devoluto ai bambini in difficoltà.
Per il 25 luglio, la Compagnia Teatri Possibili presenta «Cirano» di Edmond Rostand: la regia è di Corrado D'Elia. Svestito delle piume e delle facili rime, tradotto in prosa, Cirano si presenta a Valle Christi come uomo virtuoso ed eroico, insuperabile nella spada come nella parola e pronto a morire pur di non perdere la propria libertà intellettuale.
Il 28 luglio l'attore genovese Mauro Pirovano interpreta e traduce in genovese «Bacci Musso u cunta Romeo e Giulietta». L'attore attraverso la lingua e il carattere ligure, alla maniera di Govi, propone in modo del tutto singolare e in chiave ironica la storia di Romeo e Giulietta. La storia è semplice: il noto «conta-storie» Bacci Musso, seduto al tavolino della sua osteria a Pantema, ha le prove, carte alla mano, che le Poste in Italia non hanno mai funzionato bene, tanto da pregiudicare un amore eterno come quello dei protagonisti.
Il Festival continua con Valentina Cortese che con un'antologia di liriche torna in Liguria a Valle Christi il 30 luglio. Sola in scena, sulle note di un'arpa barocca e viola da gamba -, l'attrice restituisce le emozioni contenute nelle parole di una donna che ha sempre creduto nella libertà di pensare, di agire e amare.
Per il 3 agosto il Festival di Valle Christi produce e presenta un testo di Caryl Churchill «A Number. Un certo numero» con Simone Gandolfo e Fabrizio Matteini, per la regia di Kiara Pipino. Il testo affronta e analizza una questione assai dibattuta: la clonazione e le identità differenziate.
Giorgio Haber sarà invece protagonista il 5 agosto con il concerto «El Tango», con l'accompagnamento musicale dal vivo del Quartetto Meridies . Lo spettacolo reinterpreta e racconta il tango argentino di Astor Piazzolla, il compositore tra i più conosciuti al mondo. Il Festival prosegue poi con «Viaggio in Italia» con la Camerata Musicale Ligure. Verranno proposte musiche filmati e immagini tratti da capolavori di Lele Luzzati, Sergio Leone e Federico Fellini; durante la serata verrà inoltre proiettato il cortometraggio di Lele Luzzati e Giulio Pianini. Ultimo appuntamento è per il 14 agosto con l'anteprima nazionale «Elisabetta Pozzi Live da Genova in poi…». L'attrice si racconterà attraverso interpretazioni, aneddoti e riflessioni.
Funzionerà un servizio navetta con partenza in piazza delle Nazioni a Rapallo. Informazioni ai numeri 0185.64396; 340.8352114.