Pisa e Livorno fanno affari dopo 25 anni

da Roma

Ci sono voluti più di 25 anni e ben due categorie di differenza per far sedere intorno allo stesso tavolo i dirigenti di Livorno e Pisa e siglare un’operazione di mercato. In tutti questi anni, a causa della rivalità che anima le due tifoserie, nessun calciatore aveva mai accettato di cambiare casacca passando a quella della società nemica. E ci fu quasi una rivoluzione quando Anconetani lanciò l’idea di una fusione con il nome Pisorno (dal nome di una via che unisce le due città). È successo ieri: lo storico cambio di maglia lo ha accettato il centrocampista Alessandro Gambadori, che il Livorno ha ceduto in comproprietà al Pisa (C1 girone B). Il giocatore con gli amaranto in serie A non aveva mai giocato.
L’affare tra labronici e nerazzurri è la curiosità maggiore della prima giornata del mercato di riparazione. Il Cagliari ha un nuovo portiere: è Antonio Chimenti che passa dalla Juventus ai sardi con un contratto biennale. Chimenti iniziò la sua carriera da professionista proprio in Sardegna col Tempio in C2. Il Treviso ha ufficializzato l’arrivo di Marco Borriello in prestito dal Milan. L’attaccante, che torna in Veneto dove ha giocato una stagione in C1 segnando 11 gol, sarà presentato domani allo stadio Tenni e ha giocato la prima parte della stagione con la Sampdoria. Il club blucerchiato ha invece ceduto al Bologna il trequartista Lamberto Zauli, che già da alcuni giorni si allena con il gruppo di Mandorlini. Ufficializzato anche il doppio colpo del Torino: ingaggiati per una stagione l’attaccante della Fiorentina Vryzas e l’esterno di centrocampo del Cagliari Ferrarese. Ieri è avvenuto lo scambio di portieri (prestito per sei mesi) tra Parma e Palermo: presentati Matteo Guardalben in Emilia e Cristiano Lupatelli in Sicilia. Prestito fino al 30 giugno dal Pisa per il Vicenza: è il difensore Valerio Foglio.
La Fiorentina, intanto, è pronta a cedere al Treviso il centrocampista Guigou, il difensore Maggio e il portiere Cejas. Restano aperte le trattative in entrata per il giovane cileno della Ternana Jimenez, per il cagliaritano Esposito e per lo svedese dell’Anderlecht Wilhelmsson (la differenza tra domanda e offerta è di due milioni di euro).