Pisa ha reso omaggio ai militari morti del C-130 Dolore e commozione

Silenzio quasi irreale in piazza dei Miracoli al momento dell'arrivo elle bare. La moglie di uno dei piloti morti ha
accusato un lieve malore alla fine della cerimonia. Il ministro della Difesa La Russa ha lasciato il Duomo visibilmente commosso

Pisa - Una piazza dei Miracoli silente ha accolto l’arrivo in Duomo dei feretri dei cinque militari morti nel disastro del C-130 a Pisa. Centinaia di pisani e di turisti hanno atteso i feretri del tenente colonnello Bruno Cavezzana, del capitano Salvatore Bidello, del capitano Gianluca Minichino, del sottotenente Maurizio Ton e del primo maresciallo Gianluca Lerice. Le bare, avvolte nek tricolore, sono state accolte da un lungo applauso al momento dell’ingresso nel Duomo. Momenti di grandissima commozione. Alla cerimonia, officiata dal vescovo di Pisa Giovanni Paolo Benotto e dall’ordinario militare Vincenzo Pelvi, hanno partecipato - oltre a tutti i colleghi della 46esima Brigata Aerea - il ministro della Difesa, Ignazio La Russa, il capo di stato maggiore della Difesa, Vincenzo Camporini, il capo di stato maggiore dell’Aeronautica militare generale, Daniele Tei. La moglie di uno dei piloti morti ha accusato un lieve malore alla fine della cerimonia, particolarmente toccante. Il ministro La Russa ha lasciato il Duomo di Pisa visibilmente commosso.

Silenzio irreale Le bancarelle di souvenir davanti al Duomo erano tutte chiuse per rispettare il lutto cittadino e anche i turisti che non erano a conoscenza dei funerali hanno rispettato il dolore. Quelli che stavano visitando la Torre di Pisa, al passaggio dei feretri si sono fermati lungo gli anelli in raccoglimento, rendendo omaggio alle salme. Poi, una volta che le bare sono entrate in chiesa e la cerimonia è iniziata, sulla piazza è tornata lentamente a scorrere la vita di ogni giorno, anche se esercizi commerciali e venditori ambulanti stanno rispettando la programmazione del lutto cittadino, alla quale hanno aderito tutte le categorie economiche pisane