Pisanu: candidati non degni nelle liste elettorali

Il presidente dell'Antimafia, Beppe Pisanu, sollecita i prefetti a inviare i dati sulle
candidature e gli eletti alle ultime amministrative. Chi non lo farà sarà "convocato forzatamente". Veltroni: "E' lungo l'elenco delle persone non degne. Trenta prefetture non hanno ancora risposto"

Roma -  L’Antimafia sollecita i prefetti che, nonostante i reiterati richiami, non hanno ancora inviato a San Macuto i dati sulle candidature e gli eletti alle ultime amministrative al fine di stendere i risultati della applicazione del codice di autoregolamentazione. Una tirata di orecchie tanto forte e perentoria da far ipotizzare al presidente, Beppe Pisanu, di convocare i prefetti che non risponderanno entro una settimana all’ultimo sollecito con una "convocazione forzata" davanti alla commissione.

Richiesta dati a ogni prefetto Pisanu, sostenuto dalle richieste di tutti i gruppi parlamentari ha detto che sarà inviata "prefettura per prefettura totalmente o parzialmente inadempiente" una scheda "in cui sono indicate le caselle da riempire: le manderemo al ministro dell’Interno e alle prefetture e noi vogliamo una risposta entro una settimana. Fine. Se non arrivano le risposte vorrà dire che arriverete voi, signori prefetti a spiegarci in commissione che cosa è successo".

Candidati ed eletti irregolari Dal lavoro dell’Antimafia sulle liste delle ultime elezioni amministrative "emergono candidati ed eletti diciamo irregolari per reati diversi da quelli che il nostro codice di autoregolamentazione prevedeva. Cosicché l’immagine complessiva che se ne ricava è che la disinvoltura nella formazione delle liste sia molto più allarmante di quella che noi abbiamo immaginato. Sono liste gremite di persone che non sono certe degne di rappresentare nessuno".

Veltroni: l'elenco di persone è lungo "Si tratta di un lungo elenco di persone non degne di rappresentare la loro comunità". Così Walter Veltroni, componente dell’Antimafia, commenta l’intervento di Pisanu. Quanti sono questi politici? "Il numero non è possibile farlo, non si conosce. Posso soltanto dire che le prefetture che non hanno risposto o hanno risposto in modo non adeguato sono 30. Per questo ho chiesto al presidente Pisanu di rendere noti i nomi delle prefetture".