«Pisapia col Pgt rischia di fermare tutto»

Il rischio è bloccare l’economia della città in una fase di crisi per l’economia. Il presidente della Provincia, Guido Podestà, ha sollecitato apertamente l’amministrazione comunale a non perdere tempo nella definizione del nuovo Pgt, il Piano di governo del territorio che era stato perfezionato dall’Amministrazione di Letizia Moratti e aspettava solo di entrare in vigore, prima che la nuova maggioranza di centrosinistra optasse per un discusso passo indietro, motivato con l’intenzione di riprendere in esame le osservazioni.
Interpellato ieri pomeriggio sulle ultime scelte del Pgt milanese, Podestà dichiara di aspettare per commentare «un consolidamento che ancora non vedo», e intanto, si augura «che la maggioranza arrivi ad una sintesi quanto prima, perché come ha già fatto notare l’Ance (l’associazione dei costruttori edili), c’è il rischio che la città si fermi, ed è un grande rischio». Parlando del Pgt di Milano durante la presentazione ufficiale del suo Piano territoriale di coordinamento provinciale, Podestà si è soffermato in particolare sull’esigenza di rispettare i tempi: «I temi sono gli stessi che la odierna maggioranza, ai tempi opposizione, già conosce, vi è solo da trarne una sintesi e spero lo si faccia quanto prima dato che in questo periodo di crisi tutto ciò che implica attività lavorativa non va bloccato».