Pisapia ha cancellato 35mila posti di lavoro

Via i militari dalle strade e via - revocato - il Piano di governo del territorio. Nella maggioranza la prima partita decisiva l’ha vinto il partito dell’azzeramento, della cancellazione ideologica di tutto quello che è stato fatto da chi amministrava prima.
Tabula rasa nell’Urbanistica, dove la vittoria delle spinte massimaliste avrà un costo enorme in termini di posti di lavoro. Un Pd incerto ingoia il rospo e balbetta solo di far presto. Anche sui soldati prevale il radicalismo di una parte della sinistra. I militari impiegati in pattuglie miste nelle strade più «calde» della città andranno via. Lo ha chiesto in modo esplicito il sindaco Giuliano Pisapia, dopo che il futuro presidente della commissione Sicurezza ha sentenziato che «Milano non è Beirut». I residenti hanno un’idea diversa, fosse per loro raddoppierebbero le pattuglie.