Pisapia: "Mi scuso per aver detto quella frase"

"Caro direttore, ho letto con tristez­za e commozione gli articoli pubblicati sul­la tragica morte di Giacomo. Domenica, come avete ripor­tato, ho voluto essere presente al­la veglia che si è tenuta nella sua parrocchia e alla quale hanno partecipato in tanti, addolorati per quanto accaduto..."

di Giuliano Pisapia*

Caro direttore, ho letto con tristez­za e commozione gli articoli pubblicati sul­la tragica morte di Giacomo. Domenica, come avete ripor­tato, ho voluto essere presente al­la veglia che si è tenuta nella sua parrocchia e alla quale hanno partecipato in tanti, addolorati per quanto accaduto. Moltissime persone in chiesa mi hanno fermato per ringraziar­mi della presenza e per avere in­formazioni sulle piste ciclabili: con loro ho parlato a lungo, con molta serenità, nonostante la profonda tristezza che ci acco­munava, ribadendo che ci impe­gneremo ancora con maggiore convinzione per realizzare gli in­terventi necessari a garantire la sicurezza sulle strade da parte di tutti. Non c'è stata nessuna conte­stazione, o alcuna polemica. Uscendo dalla chiesa, a una si­gnora ho risposto in quel modo, e me ne scuso, perché al dolore per quanto accaduto, si era ag­giunto quanto avevo appena ap­preso e cioè che la precedente amministrazione aveva blocca­to, tra gli altri, proprio i lavori di messa in sicurezza di via Solari. Certo non era mia intenzione elu­dere un argomento così impor­tante, e ancor meno volevo sem­brare brusco, soprattutto in un momento così difficile. Voglio in ogni caso rassicurare tutti i cittadini sulla costante at­tenzione della mia Giunta in me­rito alla viabilità. Abbiamo la fer­ma volontà di essere assoluta­mente rigorosi per quanto riguar­da la sicurezza stradale. L'aspet­to più toccante di questa vicenda è stato ricevere da parte della fa­miglia, nonostante la tragedia che sta vivendo, il ringraziamen­to per la vicinanza che il Sindaco e gli assessori hanno fatto loro sentire, come amministratori, ma ancora prima come persone.
*sindaco di Milano