Pisapia promette al comitato più fontanelle e Case dell’acqua

Il sindaco Giuliano Pisapia (nella foto) ha incontrato ieri mattina i rappresentanti del Comitato per l’attuazione del referendum sull’acqua bene comune. Un appuntamento «fortemente voluto dall’amministrazione» che intende dare «piena operatività alle indicazioni referendarie». In particolare, il sindaco si è impegnato a proseguire i rapporti con il comitato per arrivare «a soluzioni concrete e condivise a difesa dell’acqua come bene pubblico, patrimonio di tutte le cittadine e i cittadini di Milano, slegato da logiche di profitto».
Tra i progetti in campo, c’è la realizzazione di «Case dell’acque», l’ampliamento della rete di fontanelle, e, soprattutto, una diversa gestione del bacino idrogeologico, avviando in questo senso una discussione con tutti gli altri enti locali per una nuova definizione degli ambiti territoriali in vista della costruzione della città metropolitana. Si conferma così, ha fatto presente il rpimo cittadino, «la volontà della giunta di dare massima valorizzazione a tutte le risorse pubbliche in sintonia con le richieste dei suoi abitanti».
E a proposito di ascolto dei cittadini, Pisapia ha scelto di essere presente da subito sui social network. E da ieri notte ha battuto un record, raggiungendo oltre 15mila follower su Twitter, con una crescita di 7000 cittadini da inizio giugno. É «un segnale di partecipazione importante. Grazie a chi scrive e commenta sui nostri canali di comunicazione con il cittadino», è il commento postato sulla pagina di Facebook di Pisapia che conta oltre 115mila persone «collegate».