Piso: «Il mercato ortofrutticolo non sia bloccato»

«Ancora una volta i nostri timori si sono rivelati fondati, la città di Roma rischia di rimanere senza approvvigionamenti ortofrutticoli, proprio nel periodo delle festività natalizie». È quanto ha dichiarato Vincenzo Piso, presidente della Federazione romana di Alleanza nazionale. «Sono forze estranee alle sigle Cgil, Cisl, Uil e Ugl che vorrebbero bloccare il mercato - continua Piso -. Non condividiamo questa iniziativa, né la fomentazione che viene fatta su animi già esacerbati, perché la contrapposizione che si verrebbe a creare in caso di blocco, tra quei facchini che percepiscono un salario da fame e i grossisti anche loro vittime di una profonda crisi commerciale, oltre a deteriorarne i rapporti, genererebbe una esplosiva situazione di ordine pubblico, che esporrebbe a rischi tutti i lavoratori». Secondo Piso, «il Comune e la Regione devono scendere in campo con interventi concreti, quali la collocazione degli esuberi presso aziende partecipate, il monitoraggio dei sistemi gestionali e interventi economici definitivi, finalizzati alla stabilità salariale. Chiederemo l’immediata convocazione di un tavolo con istituzioni, sindacati e tutte le parti in causa, per analizzare e risolvere definitivamente le complesse problematiche».