Pistoletto, l’ufficio interattivo

L’ufficio esce allo scoperto. Otto stanze modulari, dedicate ciascuna a un ambiente emblematico, percorribili a doppio senso. All’interno diverse tipologie di arredo interattive dove il pubblico produce l’energia necessaria per far apparire sulle superfici a specchio dei mobili le immagini. L’interattività sta a indicare l’autoproduzione di energia elettrica come simbolo della sostenibilità, criterio che dovrebbe ispirare gli uffici del futuro. È l’opera dell’artista biellese Michelangelo Pistoletto e della sua fondazione Cittadellarte, allestito alla Loggia dei Mercanti, epicentro della vita commerciale della Milano medioevale, e collegata al Salone Ufficio.
Tavoli, sedie, armadi, scrivanie, scaffali diversi per funzione, sono accomunati da un disegno particolare, ideato da Pistoletto, sulla forma del corpo umano nella sua massima estensione. Su questi arredi, attraverso superfici a specchio, si riflettono le immagini relative agli Uffici, ai diversi ambienti. Il visitatore (h 11- 22, ingresso libero) è invitato a partecipare all’installazione creando energia necessaria per generare le immagini: invito a un’architettura sostenibile.