Pistorius, niente Olimpiadi: "Ha vantaggi dalle protesi"

Sfuma il sogno di partecipare alle Olimpiadi per l'atleta sudafricano che corre con due protesi a causa dell'amputazione di entrambe le gambe. Lui annuncia ricorso

Montecarlo - Svanisce il sogno di Oscar Pistorius. A causa del grande rifiuto dellla Iaaf, il governo mondiale dell'atletica leggera. La federazione internazionale, sulla base delle conclusioni di uno studio affidato a una commissione medica indipendente, secondo la quale le sue protesi alle gambe offrono "chiari vantaggi meccanici". I due supporti consentono all'atleta sudafricano di correre, perché da piccolo gli sono state amputate entrambe le gambe. La Iaaf ha stabilito che le protesi in fibra di carbonio, su cui era stato commissionato uno studio allo specialista tedesco Gert-Peter Brueggemann, danno a Pistorius un vantaggio competitivo e rappresentano un aiuto tecnico in violazione del regolamento. "Di conseguenza, Oscar Pistorius non potrà partecipare a competizioni organizzate sulla base delle regole Iaaf" si legge in una nota della Federazione internazionale. Nell’esame condotto da Brueggemann a Colonia le prestazioni di Pistorius erano state comparate a quelle di cinque atleti normodotati: a parità di velocità, è stato calcolato che il sudafricano consuma il 25 per cento di energia in meno.

Appello Oscar Pistorius non si arrende al no della Iaaf che gli ha negato la partecipazione alle selezioni per le Olimpiadi di Pechino. "Naturalmente siamo molto delusi per la decisione della Federazione internazionale - ha detto Peet van Zyl, manager del sudafricano che corre con delle protesi al posto delle gambe - Ora vogliamo consultarci con i nostri legali e studiare la strategia giusta per fare appello nei termini previsti dal regolamento della Iaaf". Secondo van Zyl lo studio del professor Peter Brueggeman, dell’università dello sport di Colonia, non tiene conto di alcuni fattori. "Abbiamo sottoposto la perizia a vari esperti negli Stati Uniti e ci hanno risposto che essa non considera diverse variabili quando sostiene che le protesi danno a Pistorius un significativo vantaggio. Siamo convinti che debbano essere eseguiti ulteriori test. Abbiamo l’onere di dimostrarlo".