«Pit stop» sicurezza con l’auto di papà

A scuola di prudenza giocando con suoni luci e animazioni

Sembra un pit stop uscito dalla fantasia di Walt Disney, ma è una realtà, allestita da Automobile club Milano con la partecipazione del Muba, il Museo dei bambini, di Inail Lombardia e Serravalle-Milano S.p.A. Il Sicurodromo è l’ultima trovata per insegnare ai piccolissimi l’educazione stradale. È uno spazio colorato e allegro, allestito nell’area di servizio di Dorno ovest, sulla A7 in direzione Genova, aperto al pubblico ogni sabato e domenica. La macchina si ferma in questo box e, senza neppure scendere, un assistente intrattiene i più piccoli con giochi e immagini, animazioni e suoni, che illustrano i pericoli della strada e controllano il livello di sicurezza e manutenzione dell’auto di papà. I «naso» di Sicurodromo, installato su un braccio meccanico, bussa al finestrino e chiede di controllare se i posaceneri sono puliti, l’«occhio» verifica che il conducente disponga di auricolare per il telefonino, giubbotto catarifrangente e cinture, mentre il «braccio» spruzza acqua sul parabrezza per verificare lo stato di salute dei tergicristalli. Poi uno schermo farà comparire davanti all’auto scenari di viaggio, sia invernali che estivi, ponendo buffi quiz ai bambini.
In questo singolare posto di blocco nessuno toglierà punti o ritirerà patenti, ma i bambini impareranno le regole della strada, i genitori sono avvisati.