Pitt e Clooney spie fatte in casa

Mentre una spia licenziata (John Malkovich) scrive le memorie, la moglie (Tilda Swinton) lo tradisce con un funzionario del Tesoro (George Clooney), raccogliendo prove per lucrare sul divorzio, ma le riversa sul dischetto delle memorie del marito. La segretaria dell’avvocato, che si occupa del divorzio, mette - ma perché? - il dischetto nella sacca della palestra e lì lo smarrisce. Un’impiegata della palestra (Frances McDormand), complice un istruttore (Brad Pitt), ricatta la spia per pagarsi interventi estetici. Ma anche la moglie del funzionario (Elizabeth Marvel) lo tradisce e vuol lucrare sul divorzio. Gara in dabbenaggine fra personaggi che hanno mansioni talora decisive, Burn After Reading - A prova di spia di Joel e Ethan Coen è la versione comica e urbana del loro film migliore, il rurale Fargo, ora in dvd. Siamo infatti a Washington, fra personaggi di varie confessioni cristiane e vari gradi di idiozia, inaffidabili al punto di tradire chi il/la consorte, chi la patria.
A differenza dei loro personaggi, i Coen sono intelligenti; e colti. Dunque si può immaginare che il loro corrosivo quadretto della capitale debba qualcosa a quello di un’altra capitale, Vienna, nel Crepuscolo di un mondo di Franz Werfel. Aver scelto come interpreti Clooney e Pitt, icone del sogno americano, enfatizza che Burn After Reading ha ambizioni di simbolicità, ma è talmente ripetitivo e inverosimile che l’attenzione si sfarina coi minuti. Però, uscendo in cinquecento copie, incasserà da solo più che tutti i film, messi insieme, della scadente Mostra di Venezia che aveva inaugurato.

BURN AFTER READING - A PROVA DI SPIA di Ethan e Joel Coen (Usa, 2008), con George Clooney, Frances McDormand. 96 minuti