La pizza da miliardari costa mille dollari

New York - Una pizza da mille dollari. Avete capito bene. Mille dollari, uno sull'altro, per mangiare un impasto di lievito, farina e acqua. La differenza la fanno i sei diversi tipi di caviale, aragosta, panna ed erba cipollina. Nino Selimaj, un ristoratore che possiede sei ristoranti nella Grande Mela ha mostrato al pubblico la sua stravagante Luxury Pizza, di circa 32 centimetri, che potrà essere tagliata in otto e venduta al prezzo di 125 dollari a fetta. Chi vorrà mangiare la nuova pizza dovrà però ordinarla 24 ore prima, affinché il ristorante "Ninòs Bellissima" di Manhattan possa procurarsi il caviale. "So che non sarà per tutti, ma ci sono persone a New York che possono permettersi di assaggiarla, e una volta provata torneranno. È deliziosa - ha detto Selimaj, immigrato 29 anni fa dall'Albania - L'ho studiata per più di un anno e penso che sarà ordinata. Ne ho già venduta una", ha affermato soddisfatto il ristoratore.

Il dessert I ristoranti di Manhattan offrono numerosi piatti stravaganti e costosi: per esempio se dopo aver mangiato la Luxury Pizza un cliente dovesse avere ancora fame potrebbe recarsi da "Serendipity", il ristorante vicino, e ordinare Opulence, gelato da mille dollari coperto da scaglie commestibili d'oro a 23 carati.

Record A detenere il record per la pizza più costosa è la Scozia. Domenico Crolla, di origini italiane, ha ideato la Pizza Royale 007 che si può gustare alla modica cifra di 2mila sterline, circa 3mila euro. Gli ingredienti? Caviale annaffiato di champagne con aragosta marinata col cognac. Il tutto guarnito da una spolveratina d'oro a 24 carati.