La pizza di Spontini ora anche in zona Sempione

La celebre catena milanese inaugura lunedì il quarto punto vendita in via Cenisio

Festa di inaugurazione della celebre Pizzeria Spontini che inaugura un nuovo punto in via Cenisio 37. Anche la zona Sempione ha il suo "spicchio. Soffice, croccante, quasi un marchio di fabbrica: eppure i suoi ingredienti non sono un segreto: acqua di Milano, farina di grano tenero, polpa di pomodoro, mozzarella di latte vaccino, acciughe e origano, oltre a sale, pepe e olio extravergine di oliva, mentre nella teglia viene versato un filo di olio di soia su cui la pizza sfrigola. Parliamo del famoso trancio della Pizzeria Spontini. Il 24 ottobre alle ore 17 si dà il via alla coda che, come un rito di iniziazione, segna l'inaugurazione, in Via Cenisio 37, del quarto punto vendita dello storico marchio. Pizza gratis per tutti, fino ad esaurimento farina e poi una fresca bibita per chiudere in bellezza. Basta avere un po' di pazienza. Per poi finalmente potersi accomodare e assaggiare il triangolo più buono di Milano. Chissà se via Cenisio riuscirà a fare gli stessi numeri di quando, l'anno scorso, in occasione dell'apertura del terzo negozio in via Marghera, in 1600 gustarono il trancio in quattro ore, per un totale di 200 padelle sfornate, 250 chili di farina e una coda della lunghezza -quasi sempre costante- di 60 metri. D'altronde come si può resistere alla pizza di Spontini? Inconfondibile com'è fin dagli anni '50. Certo, da allora qualcosa è cambiato. I nuovi negozi sono moderni, chiari, con bellissime foto in plexiglass della "poesia della pizza" che mostrano il susseguirsi dei vari momenti di preparazione, ma il sapore perfettamente riconoscibile è assicurato. Anche per la scelta del monoprodotto che garantisce l'alta qualità. Niente varianti e niente patatine fritte, nemmeno il caffé a fine pasto: protagonista assoluto il trancio di pizza al pomodoro e mozzarella. Le novità di via Cenisio? Un bel dehor permette di assaporare la pizza anche all'aria aperta (di inverno è riscaldato), mentre all'interno resta protagonista il grande forno a legna qui ricoperto di lucide mattonelle rosse, da dove esce il mitico trancio fragrante e saporito.